Despite everything

Trama:

Kobanê era stata assediata dall’ISIS nel settembre 2014 e i suoi cittadini, uniti nelle Unità di difesa popolare e femminile (YPG e YPJ) dall’inizio della guerra in Siria, nel 2011, hanno combattuto coraggiosamente per 4 mesi e sono riusciti a liberare la loro città sotto gli occhi di il mondo intero, assolutamente terrorizzato dallo Stato Islamico.

Per il mondo intero queste donne e questi uomini curdi e la città di Kobanê sono diventati il ​​simbolo della liberazione dalle tenebre dello Stato Islamico.

Rodi Hesen e Perwin Hemo sono stati sposati per 20 giorni quando, il 25 giugno 2015, cinque mesi dopo la liberazione di Kobanê sono stati uccisi dai mercenari dell’Isis all’interno della loro casa insieme ad altri 9 membri della famiglia di Rodi. In totale quel giorno, l’ISIS ha ucciso 388 persone.

Rodi e Perwin avevano sognato, dopo la liberazione di Kobanê, di aprire una biblioteca curda al pianterreno della casa della famiglia Hesen.

La famiglia Hesen aveva già perso una ragazza, Shirin, nel 2013. Era andata al fronte per difendere la sua città, e il padre della famiglia, ucciso dall’esplosione di una bomba nel novembre 2013.

I tre sopravvissuti della famiglia, il fratello di Rodi Ednan e le sorelle Cihan e Berivan, hanno deciso di aprire di nuovo la loro casa di famiglia e di realizzare il sogno di Rodi e Perwin.

Oggi la Biblioteca Rodi u Perwin è un punto di riferimento per tutti coloro che vogliono leggere in curdo. È un luogo di incontro per conferenze e letture, proiezioni di video e musica. Un luogo dove si insegna ai bambini ad amare i libri e la lettura, ma anche l’arte.

Leggi di più

Questo film non è attualmente in sala